mar 17

Permettetemi di sfruttare questo spazio per un piccolo momento di riflessione...

Come molti di voi hanno saputo, venerdì per me è stato un giorno un po' particolare. Si è concluso un ciclo di studi importante, lungo e non facile affatto. L'anno prima di iniziarlo, era la stagione 2005/2006, è nata Dinamica, così come la conosciamo oggi... Altri atleti, allenatori (almeno in parte), altri spazi acqua e altre ambizioni. Durante il mio primo anno da universitario ho avuto l'onore di accompagnare questa squadra in Serie C e di esserne il capitano per qualche anno.. Adesso molte cose son cambiate: la prima squadra naviga a testa alta in Serie B, le giovanili fanno ottimi risultati e la Dinamica è una realtà affermata. Ho giocato tanti anni, senza mai essere un campione, ma sempre con passione, impegno e dedizione. Ho incontrato persone splendide, che mi hanno insegnato il valore della fatica, della sofferenza e della vittoria. Ho condiviso con la Famiglia Dinamica tanti momenti e per almeno 5 anni  ho visto più i miei compagni di squadra, che la mia famiglia naturale! Per questo, la chiamo Famiglia! 

Non esiste circostanza, nè destino, nè fato che possa ostacolare

la ferma risolutezza di un animo determinato

Ella Wheeler Wilcox


Così è iniziata la mia tesi di laurea, perchè la pallanuoto, la Dinamica, mi ha insegnato che non si molla mai, che non si indietreggia di fronte alla difficoltà, e che non si deve aver paura della fatica.....

Subito dopo c'era un piccolo ringraziamento agli amici, alla famiglia, alla ragazza ecc..... nel mezzo si leggeva:

"Ovviamente non posso non ringraziare i miei (ex) compagni di pallanuoto, quelli nuovi e quelli vecchi, ma soprattutto Mr Mytamura, Gian e il Maestro, amico di sempre, persona fidata, entusiasta della vita, un esempio puro di determinazione e passione. Grazie a tutta la famiglia Dinamica."

Quindi davvero grazie, a coloro che in questi giorni mi hanno chiamato, che son venuti alla discussione, che hanno gioito con me... e grazie a coloro che ci son stati in questi anni, che mi hanno sostenuto, mi hanno insegnato a non mollare mai, mi hanno dato la possibilità di migliorare come atleta ma soprattutto come uomo. 

Grazie di cuore. 

Lorenzo Mattei

 

 

Tags:

Aggiungi commento




  Country flag
biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading